Autocertificazioni

La modulistica relativa è presente e disponibile direttamente sul sito http://www.comuni.it direttamente alla pagina di compilazione dell’autocertificazione desiderata. Il modello prodotto potrà essere stampato o inviato per posta elettronica all’Istituto. In questo caso occorre che l’invio avvenga mediante un dispositivo che permetta l’identificazione del certificante (ad esempio: mediante posta elettronica certificata, oppure allegando la copia di un documento di identità tramite posta elettronica ordinaria o fax oppure inviando il modulo firmato almeno con una firma digitale qualificata).

guida autocertificazione

Nuove disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive di cui all’articolo 15 della legge 12 novembre 2011, n. 183

E nota MIUR del 7 dicembre 2012 n. 3364

Dal 1 gennaio 2012 i certificati avranno validità solo nei rapporti tra i privati e le amministrazioni non potranno più chiedere ai cittadini certificati o informazioni già in possesso di altre pubbliche amministrazioni.Le principali novità alle quali le amministrazioni pubbliche dovranno attenersi sono spiegate nella Direttiva del Ministro per la Pubblica amministrazione e la Semplificazione del 22 dicembre 2011, “Adempimenti urgenti per l’applicazione delle nuove disposizioni in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive”.

Cliccare qui per leggere/scaricare la Direttiva n.14 del 22 dicembre 2011

la nota MIUR del 7 dicembre 2012 n. 3364  Collegamento a sito esterno
Le nuove norme hanno come obiettivo la completa “de-certificazione” del rapporto tra Pubblica amministrazione e cittadini e operano nel solco della recente normativa ove era già previsto che nessuna amministrazione potesse richiedere atti o certificati contenenti informazioni già in possesso della PA.
Disposizioni che incidono assai in profondita’ sui tradizionali rapporti fra utenti e organi della Pubblica Amministrazione, fra cui rientrano ovviamente le istituzioni scolastiche statali.
Ecco le principali novità:

  • 1) le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti sono valide e utilizzabili solo nei rapporti tra privati.
    Nei rapporti con gli organi della Pubblica Amministrazione e i gestori di pubblici servizi, tali certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dell’atto di notorietà.
    Dal 1° gennaio 2012 le amministrazioni e i gestori di pubblici servizi non potranno più accettarli ne’ richiederli: la richiesta e l’accettazione dei certificati costituiscono violazione dei doveri d’ufficio;
  • 2) i certificati dovranno riportare, a pena di nullità, la frase:
    “il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi”.
    Le amministrazioni dovranno adottare le misure organizzative necessarie per evitare che, dal 1° gennaio 2012, siano prodotte certificazioni nulle per l’assenza della predetta dicitura; inoltre il rilascio di certificati che siano privi della dicitura citata costituisce violazione dei doveri d’ufficio;
  • 3) le pubbliche amministrazioni possono acquisire senza oneri le informazioni necessarie per effettuare i controlli sulla veridicità delle dichiarazioni e per l’acquisizione d’ufficio, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza.

La procedura

L’Istituto, ai sensi e per effetto della sopra citata Direttiva, ha proceduto ad individuare un ufficio responsabile per tutte le attività volte a gestire, garantire e verificare la trasmissione dei dati o l’accesso diretto agli stessi da parte delle amministrazioni procedenti.
Unitamente, si e’ proceduto a definire ogni aspetto della necessaria procedura amministrativa.
Per tali adempimenti, le Pubbliche Amministrazioni dovranno rivolgersi, tramite e-mail certificata, all’indirizzo – icborgoabuggiano@pec.it              ai sotto elencati responsabili:

  • 1) Assistente Amministrativo S.ra Cinzia Tadini    per pratiche riguardanti il personale;
  • 2) Assistente Amministrativo responsabile ufficio alunni  per pratiche riguardanti gli studenti;

 

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI

                                                                                                                  Il dirigente scolastico 
                                                                      

Commenti