Tel: (+39) 0572 32101/32018 - Email: ptic81900g@istruzione.it - Pec: ptic81900g@pec.istruzione.it - Piazza A. Moro, 1 – 51011 Borgo a Buggiano (PT)

Informazioni sulla scuola

 CLASSI A TEMPO NORMALE  

27 ORE SETTIMANALI (+2 MENSE*)

Dal lunedì al venerdì

3 giorni: 8.00-12.20

2 giorni: 8.00-16.00

*I giorni di rientro variano annualmente.

TEMPO PIENO

40 ORE SETTIMANALI

Dal lunedì al venerdì

8.00-16.00

Libri di testo

ADOZIONI  LIBRI DI TESTO SCUOLA PRIMARIA A. S. 2020-21

CLASSI PRIME       CLASSI SECONDE           CLASSI TERZE          CLASSI QUARTE          CLASSI QUINTE

 

Profilo delle competenze al termine della scuola primaria

La scuola primaria fa parte del primo ciclo di istruzione, articolato in due percorsi scolastici consecutivi e obbligatori: la scuola primaria che dura cinque anni, e la scuola secondaria di primo grado che dura tre anni.
La scuola primaria:

  • promuove, nel rispetto delle diversità individuali, lo sviluppo della personalità
  • permette di acquisire e sviluppare le conoscenze e le abilità di base fino alle prime sistemazioni logico-critiche
  • favorisce l’apprendimento dei mezzi espressivi, inclusa l’alfabetizzazione in almeno una lingua dell’Unione europea (inglese) oltre alla lingua italiana
  • pone le basi per l’utilizzazione di metodologie scientifiche nello studio del mondo naturale, dei suoi fenomeni e delle sue leggi
  • valorizza le capacità relazionali e di orientamento nello spazio e nel tempo
  • educa i giovani cittadini ai principi fondamentali della convivenza civile (Legge 53 del 2003).

PROGETTI PER L’AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

NATALE INSIEME
Il progetto si propone di diffondere la cultura della lettura attraverso attività di animazione e inclusione. (Area tematica: ” Conoscere per Comprendere- Lo sviluppo delle competenze”). Le attività coinvolgono tutte le classi della scuola primaria durante le ore curricolari da novembre a dicembre , in collaborazione con le famiglie, laboratori esperienziali di tipo manipolativo e tecnologico (uso della stampante 3D).

A TUTTO SPORT
Il progetto “Sport e Scuola Compagni di Banco”, inserito nell’ambito di “Giovanisì”, progetto regionale per l’autonomia dei giovani, rivolto alle scuole primarie e promosso dalla Regione Toscana, da questo Ufficio Scolastico Regionale, dalle Università degli Studi di Firenze e Pisa, dal CONI Toscana e dal CIP Toscana, prevede per l’a. s.2020/2021 l’individuazione e l’assegnazione a ciascun istituto scolastico aderente di un esperto, laureato in Scienze Motorie, allo scopo di implementare le attività curriculari
di Educazione Fisica. Il progetto “Sport e Scuola compagni di banco”, promosso da Regione Toscana-Giovanisì, dalle Università di Firenze e Pisa, dal CONI Toscana, dall’Ufficio Scolastico Regionale e dal CIP Toscana (Comitato Italiano Paralimpico), ha come finalità la promozione dell’attività fisica nelle scuole primarie. Attraverso il progetto si offrono contesti ludici nei quali i bambini possono sperimentare attitudini e abilità inesplorate e nuovi percorsi conoscitivi ed esperienziali che favoriscano ed affinino le loro capacità di comunicazione e di relazione. Le diverse attività proposte hanno l’intento di far conoscere e valorizzare la pratica sportiva e l’educazione al movimento a dimensione di bambino, con particolare attenzione quindi all’aspetto ludico, senza mirare né alla prestazione, né tanto meno alla specializzazione sportiva.

SPORT E SCUOLA, COMPAGNI DI BANCO
Il progetto “Sport e Scuola Compagni di Banco”, inserito nell’ambito di “Giovanisì”, progetto regionale per l’autonomia dei giovani, rivolto alle scuole primarie e promosso dalla Regione Toscana, da questo Ufficio Scolastico Regionale, dalle Università degli Studi di Firenze ePisa, dal CONI Toscana e dal CIP Toscana, prevede per l’a. s. 2020/2021 l’individuazione e l’assegnazione a ciascun istituto scolastico aderente di un esperto, laureato in Scienze Motorie, allo scopo di implementare le attività curriculari di Educazione Fisica.
Attraverso il progetto si offrono contesti ludici nei quali i bambini possono
sperimentare attitudini e abilità inesplorate e nuovi percorsi conoscitivi ed
esperienziali che favoriscano ed affinino le loro capacità di comunicazione e di relazione. Le diverse attività proposte hanno l’intento di far conoscere e valorizzare la pratica sportiva e l’educazione al movimento a dimensione di bambino, con particolare attenzione quindi all’aspetto ludico, senza mirare né alla prestazione, né tanto meno alla specializzazione sportiva.

IGIENE INSIEME
Il progetto è inserito nel contesto del corso di formazione “Igiene Insieme: insegnare la prevenzione a scuola” che prevede il coinvolgimento degli alunni/studenti nella realizzazione di elaborati (video, power point, cartelloni o altro) che possano servire alla diffusione di comportamenti responsabili e rispettosi delle regole di igiene sia in ambiente scolastico nell’attuale emergenza Covid sia in previsione della vita adulta.

W LA BIBLIOTECA
Il progetto prevede sia il servizio di prestito cartaceo presso la biblioteca scolastica sia il servizio di prestito digitale attraverso la piattaforma MLOL. Il primo coinvolgerà tutte le classi della scuola primaria durante le ore curricolari da novembre a maggio, mentre il secondo è aperto agli studenti dei tre ordini di scuola del nostro Istituto per l’intero anno solare. Il progetto prevede, inoltre, la partecipazione degli alunni ad attività di promozione alla lettura, in collaborazione con i genitori e le librerie del territorio e ad attività di drammatizzazione con esperti presso il teatro “Buonalaprima”.

DICIAMO NO AL BULLISMO
Il progetto unendo la lettura di un libro in classe, alla rappresentazione teatrale (presso il teatro “Buonalaprima”)e ad un laboratorio, vuole sensibilizzare gli alunni al rispetto altrui, all’accettazione del nuovo e della diversità ed alla cooperazione, concetti alla base della lotta al bullismo ed al cyberbullismo.

ROBOTICA E NON SOLO
Attraverso l’utilizzo dei kit Lego WeDo 2.0 gli alunni/e potranno ideare, costruire, programmare e testare veri e propri robot in un contesto di didattica laboratoriale intesa come punto d’incontro essenziale tra il sapere e il fare. Questo progetto nasce anche dalla convinzione che esso possa costituire una preziosa opportunità per sfatare il convincimento, duro a morire, che vi sia una netta differenziazione fra bambine e bambini relativamente ai percorsi scolastici da intraprendere. Pertanto, la partecipazione delle bambine a questa iniziativa, affinché
con le loro mani possano costruire qualcosa e dare vita a un progetto scientifico/tecnologico, ci sembra un buon punto di partenza per promuovere un ‘effettiva uguaglianza di genere nel campo della tecnologia e dell’informatica, in modo da implementare la presenza di alunne in questo ambito, per troppo tempo a loro precluso.